Viewing posts categorised under: Yoga

10 ESERCIZI PER LA FELICITA’ ESERCIZIO N° 8 CREA UNA COMUNITA’

Posted by OmShantiAyurveda in Yoga | 0 comments

CREA UNA COMUNITA'

non possiamo certo tutti vivere in una comunità (sarebbe troppo bello), ma possiamo cercare o creare delle situazioni comunitarie. Centri,scuole, ecc. dove si pratica Yoga, organizzano momenti di meditazione, di confronto e quant'altro, oppure organizza con amici momenti di condivisione, soprattutto di pratiche meditative.                                                                                                                                    Per chi pensa che sia impossibile o troppo difficile, ecco le parole di un maestro: "Le pietre di un fiume all'inizio sono spigolose, ma la corrente continuamente le urta, le lucida e finiscono per diventare belle".

10 ESERCIZI PER VIVERE FELICI ES. N° 7 CALMA LA MENTE

Posted by OmShantiAyurveda in Yoga | 0 comments

La pratica meditativa permette a tutti di vivere un'esperienza di calma e soddisfazione.

prova per 30 giorni questa semplice pratica:

seduto comodo con la schiena dritta, rilassati senza afflosciarti, respirando cerca di connetterti con il qui ed ora, respirando nella pancia, osserva i pensieri senza specularci sopra, le emozioni e le sensazioni che arrivano, non reagire ad esse ma semplicemente osserva e sii consapevole, vai sempre più in profondità continuando ad osservare il respiro, non c'è tecnica, solamente sii presente. Cerca di mantenere questa attitudine per 20 minuti tutti i giorni.

Namaste

LA MEDITAZIONE QUOTIDIANA HONG-SO

Posted by OmShantiAyurveda in Yoga | 0 comments

Cari amici e amiche, impariamo una pratica Yoga facilissima e molto potente: quando ci sediamo in meditazione, almeno 20 minuti tutti i giorni, incominciamo con il recitare mentalmente il mantra Hong-So.      Quando inspiriamo, ci concentriamo su Hong, quando espiriamo ci concentriamo su Sooooo. gli antichi vedici affermano che questo sia realmente il suono del respiro, e la traduzione dal sanscrito significa "Io sono Lui" ovvero "Io sono Spirito".                                                        Incominciamo con il respirare molto lento e cerchiamo di rilassarci concentrandoci sul movimento meccanico del respiro, poi ci portiamo ad osservare il punto di ingresso dell'aria dalle narici, poi spostiamo l'attenzione più in alto tra le sopracciglia 6° Chakra: Ajna.                          A questo punto incominciamo a recitare mentalmente il Mantra Hong - So, diventiamo consapevoli delle pause tra i respiri sia dopo l'inspirazione che dopo l'espirazione. Quando ci rendiamo conto di esserci persi con il pensiero, torniamo immediatamente alla pratica.        Dopo 10/15 minuti rimaniamo completamente in silenzio ad osservare il terzo occhio: 6° Chakra, e percepiamo la presenza del Divino, come pace e serenità interiore.                                                                                                                                                                                                                  Om Shanti            Namaste

YOGA IN MOLISE

Posted by OmShantiAyurveda in Yoga | 0 comments

 PRATICA YOGA  (RITIRO STUDIO IN MOLISE)

IMG-20180824-WA0003IMG-20180824-WA0000                                                                                      Pratica Hata Yoga con Swami Veet Moj   P_20180819_121223P_20180819_121249                                                                          Pratica Raja Yoga con Ma Deva Avani

CAMMINO PER UNA VITA D’AMARE 10 esercizi per una vita felice (SIAMO AL 6°ESERCIZIO)

Posted by OmShantiAyurveda in Yoga | 0 comments

cari/e, iniziamo oggi un cammino che ci porterà in 10 fasi alla realizzazione dell'amore in e intorno a noi, proviamoci insieme.

1) CARICA DI ENERGIA IL TUO FUTURO

quale è la tua visione di chi vuoi essere e come vuoi vivere la tua vita, se immagini intensamente tutti i giorni, anche solo per pochi minuti, come vuoi essere e come vuoi che sia la tua vita, ma con pensiero positivo, creativo e al presente (importante non pensare che sarà ma che è già desso), tutto ha molta più probabilità di diventare realtà. Disegna un quadro dei tuoi obbiettivi, e medita osservando come è la tua vita in questo nuovo stato di cose. Così dai più energia alla tua visione e l'esistenza cercherà di sostenere questo obiettivo. Naturalmente nel tempo si cambia, l'importante è mantenere un atteggiamento attivo, positivo e amorevole nella costruzione del proprio futuro.

Continuiamo con questo esercizio fino alla prossima fase

namaste

2) IMMERGITI NEL TUO IO SPIRITUALE

prenditi del tempo, se possibile anche più giorni consecutivi, dove staccarti completamente dagli eventi e da tutte le relazione giornaliere, rispetta il silenzio, passa del tempo seduto in meditazione, osservati, cerca di conoscerti a fondo, è anche possibile stare almeno 20 minuti tutti i giorni in questa attitudine spirituale di osservazione

Continuiamo con questo esercizio fino alla prossima fase e cerchiamo di mantenerlo nella vita.

namaste

3) LASCIA ANDARE IL VECCHIO

ogni mattina tieni un diario e scrivi anche con poche parole le cose che ti preoccupano, o un incubo, o un pensiero che ti tormenterebbe per tutto il giorno. Così facendolo, queste cose non esistono più. Se lasci andare i pensieri che non ti servono, ti senti più leggero e creativo.            E' come se disponessi di uno spazio per notare ciò che ti rende felice.

Namaste

4) AIUTA GLI ALTRI

Rivolgere la nostra attenzione al bisogno degli altri, ci dona un grande senso di soddisfazione.                                                                                    Concentrarsi su altre persone, dà la possibilità di impegnarsi, senza essere succubi del risultato.                                                                                  Il Servizio disinteressato ci dimostra che le nostre azioni fanno veramente la differenza nel mondo.                                                                            Puoi rivolgerti all'Ufficio Volontariato del tuo comune, oppure portare a spasso i cani del canile, o praticare Yoga con qualcuno che non lo conosce, se hai un orto regala alcuni frutti del tuo lavoro a chi sai ne ha bisogno, lascia spazio alla tua fantasia...                                                      Incominciamo a fare tutto questo nella vita di tutti i giorni. Lo Yoga entrerà in noi.

Namaste

5) ONORA IL TUO CORPO

la lucidità e la consapevolezza mentale passa anche attraverso il corpo fisico, una cosa importante da fare per noi stessi è la purificazione del nostro corpo. un facile programma di DETOX è questo: ai cambi di stagione o almeno 3 volte l'anno prendiamoci un tempo che va da 1 settimana a 3 settimane e cibiamoci solamente di zuppe, insalate, verdure e 1 pasto al giorno di frutta ben matura, beviamo molta acqua e tisane depuranti, evitiamo completamente zucchero, alcool, caffeina, cereali e latticini, non mangiamo niente tra i pasti, ma beviamo abbondantemente. Scegliendo di fare questo, ci muoviamo verso la salute: ONORIAMO IL NOSTRO CORPO

6) SII AUDACE

Esperimenta, buttati, lanciati con gioia e giocosità nella vita!!!                                                                                                                                          Se di solito la pratica Yoga è concentrata sulle Asana, sugli allineamenti, proviamo a fare delle sessioni di canto di mantra (Kirtan), di risata, giochiamo di più.

Namaste

MEDITARE SOTTO UN ALBERO

Posted by OmShantiAyurveda in Yoga | 1 comments

cari Yogi e Yogine lo Yoga ci vuole meditativi, è arrivato il bel tempo, perchè non prenderci del tempo per meditare sotto un albero? - meditare sotto un CASTAGNO ci farà sentire più sereni, si allontanerà la tristezza. - sedendosi sotto un FAGGIO si entra in contatto con la propria forza interiore, i conflitti possono essere risolti con calma e fiducia, si recupera sicurezza in se stessi, si vince la paura, la timidezza, si percepisce bontà e bellezza. - la QUERCIA ci induce generosità, con la consapevolezza che la felicità individuale, è conseguente alla felicità collettiva. - il TIGLIO ci porta in uno stato di amorevole gentilezza verso tutti gli esseri viventi a cominciare da noi stessi. - sotto ad un GINKGO BILOBA aumentiamo la concentrazione, la resistenza ed allontaniamo le distrazioni. - sotto la PALMA favoriamo le meditazioni con visualizzazioni. meditare sotto un albero, significa trovare la quiete, radicarsi alla forza e alla saggezza della pianta. om shanti  

meditazione di marzo

Posted by OmShantiAyurveda in Yoga | 0 comments

cari amici, amiche yogi, yogine, per 21 giorni consecutivi eseguiamo la sera la meditazione della candela.  Accendiamo una candela o un lumino e sediamoci comodi a schiena dritta e ginocchia più basse dell'ombelico, ad occhi aperti fissiamo la fiamma della candela cercando di sbattere il meno possibile gli occhi e lasciarli così lacrimare (gli occhi sono la porta per il fegato, purificando gli occhi, purifichiamo il fegato), immaginiamo di bruciare sulla fiamma tutte le nostre negatività, ansie, preoccupazioni, rabbia, paura, tutte le nostre tossine, fisiche ed emotive. Manteniamo questa attitudine il più a lungo possibile, poi chiudiamo gli occhi e rimaniamo in osservazione del respiro e del silenzio dentro di noi, ricordiamoci appena un pensiero arriva a disturbarci, di tornare immediatamente al respiro, manteniamo questa attitudine il più a lungo possibile. Beviamo una tisana depurante e ... buona notte                                               Mauro

pratica meditativa febbraio

Posted by OmShantiAyurveda in Yoga | 0 comments

cari amici e amiche una pratica meditativa molto semplice per chi vuole avvicinarsi al "magico mondo" della meditazione: dopo qualche asana di riscaldamento e allungamento o esercizi di ricarica o semplicemente la respirazione yogica completa o il saluto al sole,   ci rilassiamo 5 minuti in shavasana (cadavere) abbandonando tutto corpo fisico, pensieri, emozioni, poi ci portiamo seduti in posizione comoda e meditativa: gambe possibilmente incrociate e comode, schiena dritta senza essere rigidi e ginocchia più basse dell'ombelico, chiudiamo gli occhi e incominciamo ad osservare il respiro a livello addominale, rallentiamolo, rendiamolo più profondo. poi portiamo l'attenzione al viso rilassiamo tutti i muscoli facciali e così via tutto il corpo osserviamolo però, il collo, le braccia, la schiena, l'addome, le anche, le gambe, i piedi. ora portiamo l'attenzione al respiro sotto le narici, ascoltiamo e osserviamo le sensazioni al passaggio dell'aria, cerchiamo di rimanere focalizzati su questa parte del corpo sotto le narici, sopra al labbro superiore, rimaniamoci il più a lungo possibile, ogni volta che il pensiero arriva a disturbarci torniamo al rilassamento e all'osservazione del respiro, incominciamo con 5 minuti e con dolcezza portiamo la nostra pratica meditativa a 20 minuti al giorno.  Om Shanti Namaste       meditazione1

Blogger: Mauro Bosetti

Il lavoro che svolgo mi permette di confrontarmi continuamente con me stesso e con gli altri oltre che darmi la possibilità di continuare a studiare, metto a disposizione la mia esperienza con sedute di Naturopatia, massaggi Ayurvedici, Reiki e Craniosacrale, Classi di Yoga, Seminari Esperienziali, Conferenze, Campi di Meditazione e Corsi di Nordic e Yoga Walking, avvicinando le persone al benessere psico fisico. Il mio motto è “tutto quello che la scienza può scoprire o sintetizzare, la natura ce lo ha gia dato”

Tanto amore Mauro Swami Deva Yusuf